Torna al percorso

Santuario del Ss.mo Crocifisso

Piazza Vittorio Veneto, Meda

jQuery Slider

Storia e architettura

La prima testimonianza scritta della presenza sul territorio di Meda della chiesa risale al 1036 e racconta l'impegno di Anzeverto a donare ai sacerdoti della chiesa di S.Maria Nascente un campo di cinque pertiche. La chiesa era dunque indipendente dal monastero di S.Vittore il quale, divenuto però sempre più potente a livello economico oltre che politico e religioso, la inglobò e si arrogò ogni diritto su di essa, primo fra tutti quello di sceglierne il cappellano o vicario. Da un resoconto del 1567 di Leoneto da Clivone, messo di S.Carlo Borromeo, la chiesa risultava disadorna e in precarie condizioni conservative. Forse anche in seguito a tale descrizione, in occasione di una sua visita pastorale nel 1581, S.Carlo "...prescrisse che si fabbricasse una nuova chiesa nel luogo della già esistente troppo piccola con un campanile sul quale si dovessero porre almeno due campane". Il 27 maggio 1798 il monastero fu soppresso e, dopo alcuni mesi, il complesso che lo ospitava fu acquistato da un fornitore dell'esercito francese. È nel decennio seguente che S.Maria Nascente inizia una normale vita di parrocchia ed è solo nella seconda metà del XIX secolo che comincia a profilarsi il problema di una chiesa più ampia. Impossibilitati a costruirne una nuova, si decise di ampliare la vecchia con l'aggiunta di due navate, un'arcata in fondo alla navata maggiore, altare e nuovo campanile. Il definitivo ampliamento fu completato nel 1881, mentre la facciata risale al 1893. L’interno si presenta diviso in tre navate e pressoché su tutta la superficie è impreziosito di affreschi e decorazioni e ornato di statue. Le pitture di maggior pregio sono di Luigi Morgari (1857-1935) esponente importante di una famiglia di pittori attiva in diverse chiese del Piemonte, della Lombardia e della Liguria. Nella chiesa di Meda il Morgari operò in collaborazione con Primo Busnelli, decoratore medese e questa esperienza fu rinnovata anche in altre località. Diedero il loro contributo anche maestranze locali, valenti anche grazie ad una affermata tradizione nel settore della decorazione del mobile.

Apertura al pubblico

Visite guidate gratuite tutte le ultime domeniche del mese da marzo a ottobre h. 16.30, a cura di Pro Loco Pro Meda (visite anche in occasione di Ville Aperte in Brianza).